Alberto Zorzi – Europeo quasi dimenticato !! E ora a Parigi, ma senza pressioni.

Alberto si è qualificato per la finale di Coppa del mondo e noi abbiamo colto l’occasione per scambiare qualche impressione con lui.

  • Alberto, si parte per Parigi. Sensazioni? Speranze?

Si, molto contento di partecipare alla mia prima  finale di World Cup ; sono tranquillo come sempre, pensando che non cambia niente; è un concorso come tutti gli altri .

  • So che è presto, ma chi dovrebbe essere il tuo compagno di avventura per questa finale di ?

Se tutto va come deve, ho due cavalli in ballottaggio, Ego Van Orti e Contanga. 

  • Stai montando parecchi cavalli giovani. Ce n’è qualcuno che ha possibilità di arrivare a fare le gare grosse?

Ad Oliva avevo con me dodici cavalli, alcuni nuovi , alcuni giovani, alcuni da riportare al top con calma (Fairlight) . Credo ce ne siano due che, da qui a fine anno, sempre se va tutto bene, partiranno in 160 ( Viceversa e Vauban); un otto anni molto veloce , rispettoso e sicuro per 145/50 …. poi si vedrà ; Jan è sempre in cerca di cavalli nuovi e di prospettiva .

  •  Campionati europei…..ci pensi ancora o ti è passata?

E’ passata. Quasi dimenticato del tutto … ho la memoria abbastanza corta per queste cose, per mia fortuna.

  • Mondiali, Europei, Olimpiadi. Per i prossimi tre anni un calendario fitto di impegni. Se tu potessi scegliere ….in quale di questi tre eventi vorresti andare a medaglia?

 Una medaglia ….. credo sia un sogno di qualsiasi atleta, in un qualsiasi campionato … il sogno, il mio, sarebbe quello di partecipare alle olimpiadi e, naturalmente, mettermene al collo una . Ripeto, è un sogno.

  • Roma, un anno fa una grande gioia. Quest’anno tante novità. Concorso fuori dal circuito Nation Cup e  campo in erba. Che ne pensi?

Credo che resterà un concorso meraviglioso, se non ancora più bello. Roma è Roma !!

  • Allora…. a Parigi….li facciamo tutti neri?

( risata ). Si, ci proviamo, ma la prenderò come un’esperienza, un’ ulteriore esperienza su giri di alto livello e poi… vada come vada..’ 

E noi speriamo che a Parigi arrivi una prestazione che possa, in qualche modo, risarcirti di quell’Europeo che tu, si, hai quasi dimenticato…noi un pò meno. Su quel podio meritavi di esserci. Eccome se meritavi di esserci !!

Ciao grande Alby.

Alla prossima.

Fabrizio Bonciolini e Susanna Fusco

28 febbraio 2018

 

 

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *