Bandiere al contrario e vittorie figlie di un Dio minore – Il raglio degli asini !

La spedizione Italiana in Finlandia, a Jarvenpaa è stata un successo.

Si, un successo, per le vittorie e i piazzamenti che i nostri ragazzi hanno conseguito, compresa la Coppa delle Nazioni di ieri, disputata su una sola manche, a causa delle cattive condizioni meteorologiche.

Chiariamo un punto, il solito. Poco importa se la lista dei partenti non vedeva allo start Campioni del Mondo, Olimpionici, Europei; poco importa se la Coppa vedeva quattro Nazioni al via. Per vincere, sempre, devi (più o meno) fare “zero” e andare più forte degli altri!

E i nostri ragazzi, di zeri, ne hanno fatti tanti, compresi i quattro in Coppa delle Nazioni (solo penalità per il tempo, senza toccare una barriera).

Aurora Bortolazzi (a proposito, auguri), Riccardo Martinengo Marquet, Roberto Prandi e Eugenio Grimaldi, (tre debuttanti in Coppa) guidati da Marco Porro, hanno messo in carniere una vittoria importante. Questi ragazzi non sono abituati a saltare in Coppa, non sono abituati ad affrontare queste gare (Gran Premio e Coppa a 1.60) e anche se lo CSIO di Jarvenpaa era “solo” a due stelle, al di la del risultato ha rappresentato una importante occasione di crescita e di esperienza (domanda per gli “esperti”: I debuttanti li facciamo debuttare a Aachen?).

Ovviamente, come previsto (e ampiamente prevedibile), si sono levate voci pronte a sminuire questa vittoria, queste prestazioni, compreso il “peccato mortale” commesso da Marco Porro, che ha imbracciato il tricolore al contrario (temporale ecclesiastico, premiazione spostata di gran fretta al coperto con tutti i disagi del caso e, udite udite, quella non è nemmeno la foto ufficiale della premiazione !).

Noi Italiani (o almeno parte di noi) siamo bravi a denigrare i risultati positivi dei nostri Atleti senza pensare che in questo modo, oltre ad offendere ragazzi che si sono fatti chilometri e chilometri per andare a saltare fin lassù e offendere un tecnico di primissimo piano, si offende lo sport, con tutti i suoi princìpi.

Per fortuna non tutti siamo uguali.

Bravissimi ragazzi e bravissimo Marco; Grazie per quello che ci avete regalato.

Avanti così e nessuna attenzione ai ragli degli asini, che si perdono in una fredda notte Finlandese !

Fabrizio Bonciolini

08 luglio 2019

Foto: I nostri ragazzi in premiazione a Jarvenpaa (foto ufficiale) – tratta dal profilo fb di Riccardo Martinengo Marquet

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *