CSIO GIOVANILE DI GORLA, 17/21 APRILE – Dal Test Event di Arezzo arrivano le prime qualificazioni

Il Test Event Giovanile e Pony svoltosi ad Arezzo lo scorso 8-10 marzo ha rappresentato il primo appuntamento importante della stagione per l’attività di Salto Ostacoli del Settore Giovanile.

Per lo staff Tecnico federale si è trattato della prima occasione di visione per verificare lo stato di forma e la competitività dei binomi giovanili e pony in prospettiva dell’attività internazionale ufficiale; per i ragazzi un importante momento di confronto e crescita tecnica oltre che una piacevole occasione di ritrovo in una manifestazione esclusivamente dedicata a loro.

In base a quanto previsto dal Programma Salto Ostacoli 2019 del Settore Giovanile i cavalieri che hanno ottenuto i migliori risultati nel Test Event Giovanile hanno guadagnato “sul campo” il diritto ad essere convocati per lo CSIO Giovanile in programma a Gorla dal 17 al 21 aprile 2019, tappa italiana del Circuito FEI Youth Nations Cup.

 

Agata orlandi 2

La novità di quest’anno è che i vincitori delle classifiche finali del Test Event nelle gare ALTE hanno conquistato di diritto uno dei 5 posti nelle squadre (YR, Jun, Ch, Pony) che rappresenteranno l’Italia allo CSIO di Gorla.

Oltre ai vincitori, i migliori 9 cavalieri in base alle classifiche finali delle gare ALTE in ogni fascia, hanno guadagnato il diritto ad essere convocati per lo CSIO.

Altra novità di quest’anno è che anche i vincitori nelle gare MEDIE, in base alle classifiche finali del Test Event, hanno conquistato la convocazione per lo CSIO (con la limitazione della partecipazione alle gare basse a Gorla).

In allegato l’elenco completo dei qualificati

il prossimo appuntamento è a Manerbio dal 29 al 31 di marzo, dove si svolgerà il secondo Test Event Giovanile e Pony, che con un programma identico garantirà altrettante possibilità di conquistare di diritto la convocazione allo CSIO di Gorla.

nelle foto © Paolo Biroldi: copertina: Gian Bautista Cano; interno articolo: Agata Orlandi

fonte:www.fise.it

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *