FIERACAVALLI: Da Milano a Como, Equitazione lombarda protagonista

Fieracavalli: uno spettacolo che si rinnova da 120 anni

Equitazione lombarda protagonista nella gara più rappresentativa della rassegna internazionale

Centoventi anni e non sentirli. O, magari, sentirli tutti. Ma non certo come un peso. Non a caso, Fieracavalli – prima edizione nel 1989 – è riconosciuta, dal 1950, come la manifestazione leader del panorama equestre mondiale. Importante, autorevole, carica di storia e, al tempo stesso, di prospettive, soffia su 120 candeline con un evento inedito: il “120×120 Gran Premio Fieracavalli” (Verona, 25-28 ottobre).

E’ il salto ostacoli – disciplina olimpica e “specialità regina” nel mondo equestre, con 22.136 atleti impegnati nelle gare internazionali e 30.000 praticanti FISE – a celebrare questa edizione speciale. Veronafiere chiama, l’Italia del salto risponde: 120 binomi, in rappresentanza di 15 regioni, sono pronti a scendere in campo, nel padiglione 8 – lo stesso della Longines FEI World Cup – per affrontare i percorsi ideati da Paolo Rossato. Quattro giorni di gara, 9 categorie (da 1 metro e 15 a 1.35) e un montepremi complessivo pari a 50.000 euro. Tra le tappe di avvicinamento disseminate sul territorio, quella di Gorla Minore (Varese), ha inciso in modo determinante sulle qualifiche.

I GRANDI NUMERI DELLA LOMBARDIA

Il 25% dei partecipanti proviene dalla Lombardia, regione leader in Italia per tesseramento FISE (22.413 registrati) che schiera ben 31 binomi. Ventuno i circoli ippici in campo; rappresentate le città di Milano, Varese, Lecco, Brescia, Lodi, Monza, Pavia, Bergamo e Como.

Prevalenza rosa tra i partecipanti: sono 23 le amazzoni lombarde pronte alla sfida.

DONNE GUERRIERE

Accanto a Matilde Borromeo (figlia della ex modella germanica Marion Zota e del conte Carlo Borromeo), spesso scesa in campo contro la violenza sulle donne e a favore della solidarietà, Erika Conzatti: comasca di origini, bresciana di sede sportiva, paratleta del salto ostacoli, qualificata per la gara più rappresentativa di Veronafiere con la vittoria nel GP 115 di Gorla Minore che le ha permesso di lasciare alle sue spalle oltre 40 “normodotati”. Questa competizione è per lei “come una finale di Coppa del Mondo”. Ed ecco che il concorso ippico “120×120 Gran Premio Fieracavalli” si tinge del colore più bello: quello dell’integrazione. E’ il messaggio di Erika riassunto con l’hashtag #MaiMollare; il suo mantra di fronte alle difficoltà della vita. Una testimonianza, la sua, ben evidenziata nel suo libro, “L’anima della Passione”, che ha intrapreso un tour – organizzato in collaborazione con Equideando – in vari maneggi della Lombardia. Dopo Verona, ad aspettarla è tutta Italia.

Matilde Borromeo

Daniela Cursi

(120X 120 GP Fieracavalli)

 

Foto. Erika Conzatti – tratta dal profilo fb – nessun credito presente

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *