FRANCESCA SALVADE’ – E IL SOGNO CONTINUA!

Francesca Salvadè è una delle nostre atlete che hanno partecipato alla Paralimpiadi di Rio nello scorso settembre. Vediamo di conoscere la sua storia attraverso le sue parole.

Francesca, raccontaci subito di Rio: emozioni, sensazioni, sentimenti…. Cosa hai provato ad essere lì?

 Se penso a Rio , ovviamente, è un insieme di grandissime emozioni e sensazioni forti!!! Sicuramente l’enorme soddisfazione di esserci arrivati, con il mio piccolo Muggy, che ho da quattro anni ormai … con lui il primo Campionato Europeo l’ho affrontato che aveva solo sei anni !! È stata moto dura, ma ci siamo arrivati ! Per me è stata la seconda Palimpiade , dopo Londra , cui avevo partecipato con il grande Comy !!
L’emozione è sempre la stessa !! Si vive quasi in un mondo parallelo, irreale … in un sogno !… entrare in quell’arena fa battere il cuore sempre a mille !! Vivere in un villaggio con tutti gli atleti del mondo di tutte le discipline è qualcisa di fantastico !
Ovviamente non sono mancati i momenti difficili, duri … l’ansia !! A partite dal lungo viaggio, soprattutto per i cavalli, all’adeguarsi un po’ ad un paese con abitudini diverse !! Ma, avendo al mio fianco una squadra magnifica , capitanata da Laura Conz , il mio istruttore Deodato Cianfanelli ed i miei familiari, è stato tutto più semplice !!
Purtroppo la tensione mi ha portata ha commettere qualche errore di troppo, assolutamente evitabile!.. ma anche questo fa parte del “gioco” e mi ha riportata a casa sicuramente più consapevole e determinata a migliorare sempre i miei errori!!
Posso dirmi molto contenta del mio Muggy, che ha collaborato dalla mia parte per farmi uscire da quell’arena con il sorriso !

salvade-rio-1

Francesca e Muggler a Rio

Ora invece facciamo un salto all’indietro nel tempo….. Quando hai incominciato a montare a cavallo?

Io ho cominciato a montare fin da molto piccola , spinta dalla passione di mia sorella , che già montava i pony, e di mia mamma ! I nostri primi pony sono  arrivato a 6 anni , al Club Ippico Rapallo … Astrid e Zefiro… la prima cavalla, da salto, invece è stata Ceyline !!!

Chi sono stati i tuoi istruttori e cosa ti ha lasciato ognuno di loro?

Il mio primo istruttore, al Club Ippico Rapallo, è stato Andrea Bianchi … io ero ancora molto piccola e per me era tutto un gioco, ma lui mi ha insegnato da subito la disciplina, l’educazione in campo, il rispetto per il mio pony, le regole dell’equitazione… con lui ho partecipato alle prime garette pony e soprattutto ho seguito molto mia sorella che faceva già gare pony nazionali!…
Poi ho montato con Maurizio Poggi alla Società Ippica Genovese. Con lui ho fatto le gare di salto ostacoli pony fino alle 115 e sono passata ai cavalli!!
Una volte tornata all’Horse Club Rapallo, ho montato con Luca Meschini e con lui, montando la mia Ceyline, mi sono tolta le più belle soddisfazioni nel salto ostacoli tra i normodotati … a Luca devo molto perché ha creduto nel nostro binomio anche in momenti molto difficili della mia vita, senza mai tirarsi indietro e credendoci sempre !!! Con Ceyline abbiamo vinto tanto, Campionati Regionali e Italiani di salto … ho anche preso il primo grado…
Ho imparato a volare oltre ogni ostacolo nonostante la mia disabilità!!..
Grazie a Luca è arrivato in scuderia il super Come On… il mio primo cavallo da dressage e compagno alle mie prime Paralimpiadi di Londra nel 2012 !!!
Tra il 2012 ed il 2013 ho montato, per un anno,  nella scuderia di Italo Bianco , in Piemonte. Italo è una persona ed un istruttore fantastico … molto tranquillo e con tantissime conoscenze e voglia di trasmetterle ai suoi allievi …. con lui i cavalli sono trattati davvero da “Re” ed io ho potuto dedicarmi sia al salto con Ceyline, partecipando ancora a gare di salto, ma anche al dressage con Comy !!! Ho imparato molto e mi sono divertita grazie ad Italo, che è una persona che stimerò sempre tantissimo !!
Dal 2013, è arrivato Muggy ed io ho deciso di dedicarmi in toto al dressage. Così mi sono trasferita qui alla Scuderia C&G di Ariccia, vicino a Roma, dove monto con il mio attuale istruttore, Deodato Cianfanelli … In questi anni qui con lui , dedicandomi solo al dressage, ho imparato davvero tanto, affinato giorno per giorno la tecnica … ma soprattutto ho imparato a gestire e conoscere i miei cavalli in ogni cosa … a rispettarli…. a lavorare anche nelle loro difficoltà ed a rialzarsi dai momenti bui …. in questi anni, poi , ho partecipato a molte gare internazionali, due Europei, i Mondiali, Rio … tanta esperienza !!!  Qui a Roma, i cavalli hanno la possibilità di vivere molto nella natura, rilassarsi al paddock, fare tante passeggiate… Qui, infatti, praticano quasi tutti la disciplina del completo … oltre a Deo, gli istruttori della Scuderia sono Francesco Girardi , Lalla Cianfanelli e Jessica Laghi !!!

Prima di dedicarti al dressage facevi salto ostacoli. Cosa ti ha convinto a cambiare specialità?

Sì fino all’arrivo di Comy, nel 2011, io praticavo il salto ostacoli !!… anzi, quasi odiavo i giorni in cui dovevo lavorare in piano … forse anche perché Ceyline era fantastica a saltare, ma in dressage non era sempre semplice e piacevole!!… Sinceramente mi sono appassionata man mano al dressage … Grazie a Comy, che era espertissimo e sapeva fare qualsiasi esercizio in dressage. Mi permetteva di provare di tutto, di avere belle sensazioni e risposte ottimali !! Ma soprattutto sono arrivate le prime grandi soddisfazioni a livello internazionale ! La convocazione per Londra 2012, del tutto inaspettata, dopo solo 8 mesi con Comy …. le emozioni vissute a Londra, l’immensa gioia di essere li … il fare parte di una squadra che rappresenta la propria Nazione !!!… da lì mi sono appassionata sempre più al dressage !… e nel frattempo è arrivata l’ora della pensione per la mia super Ceyline !!

salvade-ceylin-so

Francesca e Ceyline

– Ora è la volta dei tuoi cavalli: Muggler, Comy, Willy….. Tu li ami alla follia, è vero? Che rapporti instauri con loro? Compagni di sport e di vita…. raccontaci di loro!

 Sì, esattamente … io amo alla follia tutti i miei cavalli !! Ognuno di loro ha una sua personalità, un suo carattere … ma tutti, allo stesso modo, sono stati in grado di regalarmi la felicità ed accettarmi così come sono, con i miei problemi e le mie “diversità”…
I miei pony sono stati i miei amici d infanzia … Un po’ dei compagni di gioco, divertimento, ma anche insegnanti di vita …
Ceyline è la mia principessa …. la prima che mi abbia realmente consentito di volare, di sentirmi normale, di competere e vincere tra i normodotati nel salto ostacoli …azzerando la mia disabilità !! Per questo la ringrazierò per tutta la vita !! Lei ha un carattere fortissimo, dominante … calcia e morde … sgroppava spesso da montata … una femmina i  tutti i sensi … nessuno avrebbe creduto in noi … nessuno avrebbe scommesso che lei si sarebbe adattata alla situazione !!… lei che aveva portato mia sorella fino ai Gp di salto, ma che buttava a terra chiunque nelle giornate no … anche con me le cadute erano all’ordine del giorno … ma con tanta tenacia e perseveranza, ci siamo riuscite … volere è potere … e noi due siamo diventate un binomio perfetto… era fantastico saltare con lei… Un’adrenalina unica quando suonava la campanella e partivamo per i nostri percorsi … Una per l’altra … io sicura che lei voleva vincere e fare bene per me ! Separarmi da lei è stata dura, ma si sta godendo la meritata pensione al prato, nella casa in cui è nata, ormai 19 anni fa !!
Come On, detto Comy, è il mio più grande insegnante !! Lui è un cavallo danese del 2000, molto imponente, ma con un’indole ed una disponibilita uniche ed impagabili … lui permette qualsiasi errore, perdona e corregge sempre … in gara si fa bello !! Dà il suo massimo … mi ha dato soddisfazioni uniche ed indimenticabili, come Londra !!!… anche Comy, ora, si trova al prato, a riposo, perché purtroppo ha avuto qualche problema fisico che non gli ha consentito di proseguire il percorso agonistico al meglio !!.. mi manca davvero molto, ma è un cavallo felice e fortunato … che rimarrà sempre nel mio cuore e che, appena posso, vado  trovare e coccolare !!! Non ringraziero mai abbastanza i miei genitori per averlo tenuto e per regalargli un meritatissimo riposo al prato!

salvade-comy

Come On detto Comy

Muggler, detto Muggy o Topolino, è il cavallo del mio cuore … Holsteiner del 2007, arrivato da me a 6 anni … scelto e voluto da me ad ogni costo … Muggy è poco più di un pony, ma ha super movimenti al trotto e galoppo soprattutto … lui ha un carattere particolarissimo e non accetta tutte le persone ! .. di gestione è un vero e proprio cagnolino, buonissimo, coccolone … ma in sella, sa essere tremendo !… il primo anno si difendeva sempre con me, non mi accettava … non ne voleva sapere … continui alti e bassi , ma io l’ho sempre voluto … dovevamo farcela ..
Con Muggy ho partecipato ai Mondiali, a Rio, ed a due Europei … ottenendo il quarto posto individuale tecnico agli Europei del 2015 a Deauville … Ad oggi, ci conosciamo benissimo, lui sa tutto di me ed io di lui … so che, con lui, non si può sempre chiedere, dopo un po lui dice No … ha bisogno di rilassarsi spesso al paddock… va gestito in ogni particolare, montato correttamente …  sempre rispettato e capito … mai attaccato !! Ma, quando lo capisci, lui sa darti tanto … sa ricambiarti… con me lo ha fatto … mi ha fatto soffrire, combattere … ma anche gioire, vincere, sorridere …. lui è il mio “nano malefico” , che amo alla follia ed in cui crederò sempre … Con lui, per lui, per noi, combattero’ sempre!
Willy, invece, è arrivato ad Aprile in scuderia … Lui è un Westphalen del 2012 morello da Furst Romancier x Weltmeyer … lo abbiamo acquistato in Danimarca da Bluehors. Willy, nonostante i suoi 4 anni, ha un’indole fantastica … molto facile da gestire, accetta tutto, non si spaventa, collabora molto … prova ad imparare … fin da subito ha accettato anche me, non si è mai spaventato del mio modo di camminare, del fatto che io monti con due fruste … si fida in toto dell’uomo …. Willy sta già uscendo in gara con Deo ed insieme, stanno ottenendo ottimi risultati! Io già lo monto, nei campi prova delle gare, per fare esperienza insieme!  Willy è davvero molto bello e soprattutto ha un passo fantastico, che nelle gare di paradressage, nel mio grado (II), è fondamentale ! …poi è davvero dolcissimo !!!

Francesca con Willy

Francesca con Willy

Come è stata la tua crescita agonistica, che ti ha portato fino a Rio?

La mia carriera agonistica, nel dressage, è cominciata nel 2011 … da lì sono cominciati tanti anni di duro lavoro, sacrifici, gare, trasferte… soddisfazioni e delusioni … gioie e dolori … sempre affiancata da Deo e dal tecnico Laura Conz … Inoltre, supportata da una squadra fantastica e da un’equipe di grandi professionisti, quali il veterinario di squadra Daniele Dall’Ora , il fisioterapista dei cavalli Antonio Inghilleri, il fisioterapista umano Mario Ferrante… e tutta la mia famiglia, che mi supporta ed accompagna ovunque per le gare … Grazie a tutto ciò si è realizzato il sogno di Rio !

E dopo Rio cosa succede?

Dopo Rio si è tornati alla vita di tutti i giorni … la vita che comprende anche i doveri, lo studio, le difficoltà varie da affrontare …. gli esami del Master …
Topolino si sta godendo ancora il meritato riposo al paddock post Rio … probabilmente riprenderemo il lavoro con la nuova stagione. Io ora sto montato e conoscendo il piccolo Willy !!!

Qual è ora il tuo prossimo obiettivo?

Nel 2017 affronterò la stagione internazionale con Muggy, sperando di essere convocata per gli Europei in Svezia, se ce lo meriteremo! Invece con Willy affronteremo le prime gare nazionali insieme !

Tu non monti solo a cavallo ma studi anche…. Quanto è dura conciliare gli impegni?

Sì, io studio anche !!! Sto frequentando un MBA in Diritto e Management dello Sport, grazie ad una borsa di studio, dopo la laurea in Giurisprudenza.
Lo studio riesco a conciliarlo bene con i cavalli, anche perché ho molta facilità e ricordo tutto molto bene dopo aver letto solo una volta !! Una bella fortuna !.. anche grazie ad un buon metodo di studi , acquisito al liceo classico !…
Un po’ più dura è quando devo frequentare le lezioni perché, purtroppo, nonostante sia una città splendida, Roma ha un traffico indescrivibile …  muoversi è difficile … a volte per fare i 30 km, da casa all’Università, impiego anche 2 ore !!! Insomma, ho i miei impegni, ma meglio così !! Oltretutto amo andare in palestra, soprattutto a Pilates e cerco di andarci almeno 4 volte a settimana !!! Fortunatamente ho una bellissima palestra vicino a casa !

Vorresti ringraziare qualcuno? Ora lo puoi fare

Vorrei ringraziare in primis tutta la mia famiglia, che mi sostiene sempre …. I miei genitori, che fanno di tutto per seguire i miei sogni, per i cavalli … che mi hanno consentito di trasferirmi a vivere qui a Roma, per inseguire la mia passione…
Poi, sicuramente, Deo e Laura, che mi seguono tecnicamente, mi insegnano con passione e mettono tutti loro stessi per me, per raggiungere i risultati migliori possibili ….
Ringrazio tutta l’equipe e le persone che ci hanno sostenuto a Rio, che hanno sofferto con noi… tifato per noi … e ringrazio i miei compagni di squadra, per le emozioni che riusciamo a vivere ad ogni singola gara, stage, ogni momento insieme, nonostante le difficoltà !
Ringrazio infinitamente anche il mio Muggy che mi ha accompagnata fino a Rio !

Francesca tra vent’anni… Come ti immagini? Sempre fra i cavalli?

Ovviamente , anche tra 20 anni , mi vedo fra i cavalli …. loro sono la mia vita e ne faranno sempre parte !

Cosa diresti a una bambina che si avvicina per la prima volta ad un cavallo?

Sicuramente consiglierei a chiunque di conoscere ed avvicinarsi ai cavalli … ai pony … sono animali incredibili, sensibilissimi, con un cuore enorme… insegnano il rispetto e la disciplina donando tanto amore e soddisfazioni !!! … responsabilizzano i bambini… sono esseri viventi splendidi, ma di cui bisogna sempre avere cura e rispetto !

Francesca, dalle tue parole si percepisce il tuo entusiasmo, la tua forza, la tua voglia di imparare e migliorarti, di metterti sempre in gioco in nuove avventure. Ma soprattutto si sente l’amore che ti lega ai tuoi cavalli, e credo che sia il tuo punto fermo, la tua scintilla interiore. Complimenti per i tuoi risultati e non fermarti mai! Perché sei un grande esempio di vita! Grazie!

#WeRideWithYou

Susanna Fusco & Fabrizio Bonciolini

Novembre 2016

 

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *