GIANLUCA CARACCIOLO – Pronti per questa stagione … con un progetto meraviglioso in mente

Gianluca Caracciolo è cavaliere che porta a casa parecchi risultati, è istruttore di uno dei giovani talenti più cristallini che la nostra equitazione possa esprimere, è un Pugliese DOC e sta concretizzando un progetto molto interessante, nella sua terra.

Sentiamo cosa ci racconta.

  • Gianluca, un consuntivo della stagione appena andata in archivo.

Sono molto soddisfatto per il lavoro svolto ed i risultati di tutta la mia scuderia. Ovviamente non tutto è andato liscio, ma nello sport, come nella vita, bisogna anche affrontare i momenti in cui non si è al massimo. Il motto della mia scuderia è “qui si saltano ostacoli”, non solo in campo gara.

  • Con Condios l’anno passato hai vinto tanto. E’ ancora lui il numero uno?

Si e quest’anno sarà affiancato da due nuovi soggetti, una dei quali, Bersina, una cavalla di 12 anni, già pronta per fare cose importanti. Poi ci sono Davados e Wendy, due pronti e competitivi almeno per i GP Nazionali.

  • Come si svolgerà la tua stagione?

Per quanto riguarda la prima parte, l’obiettivo è arrivare ai Campionati Italiani in forma e ci prepareremo per quello. Poi seguirò con molta attenzione l’evoluzione di Domenico (Domenico Carlino – n.d.r.) e dei test event a cui prenderà parte. E naturalmente ci saranno anche i concorsi dove portare gli altri ragazzi. Finito questo primo capitolo e tirate le prime somme, ci concentreremo sul proseguio, sperando ci porti tante belle soddisfazioni.

  • Ma c’è una grossa novità per te e la tua scuderia …..

Si. Una novità ed un progetto che mi galvanizza molto. Ci trasferiremo a Ruvo di Puglia, alla “Terra degli Ulivi”, lo splendido impianto costruito dal Dr. Mastrolilli. Al di la del mero trasferimento, proveremo a fare una cosa …

  • Ce ne vuoi parlare?

Certo. Cercheremo di far diventare Ruvo un centro di formazione d’eccelenza che possa essere un punto di riferimento per tutto il sud Italia. Il Dr. Mastrolilli è appassionatissimo e si cercherà di miscelare bene questa grande passione con le nostre competenze per creare qualcosa di veramente “forte”.

  • In che modo?

Al di la di stage tematici di salto ostacoli, completo e dressage, inseriremo, nella preparazione dei ragazzi, delle figure professionali che facciano capire loro i “fondamentali” della conoscenza del cavallo e di se stessi. Avremo veterinari, preparatori atletici, alimentaristi, maniscalchi, che erudiranno i ragazzi su tutta una serie di aspetti che non siano solo il montare e fare i percorsi. Una figura molto importante che introdurremo ( non che le altre non lo siano) è quella del mental coach, che cercherà di insegnare a istruttori, cavalieri e genitori il giusto approccio ed il rispetto dei ruoli. Insomma, proveremo a costruire una gran bella squadra. Partiremo ovviamente in sordina ed i primi a beneficiare di questa organizzazione saremo io ed i ragazzi della mia scuderia, ma vorremmo arrivare a creare un polo didattico al quale tutti possano accedere. Qui da noi c’è tanto da lavorare e ci sono parecchi ragazzi con del talento che, se incanalati nel modo giusto, potrebbero avere e dare tante soddisfazioni. Poi è ovvio, non tutti faranno i Gran Premi, ma anche se salteranno le 115 o le 120, lo faranno con maggior consapevolezza. In poche parole, cercheremo di smuovere le acque.

  • Quindi, una sorta di “laboratorio” per formare uomini e donne di cavalli.

Ecco, esattamente così. Qui da noi il paesaggio è stupendo, c’è il mare, si mangia bene e ci siamo noi. Venite a trovarci !!

Ci verremo si. Intanto in bocca al lupo per questo bel progetto e per la tua stagione, anche quella di Domenico che lavorerà per ….. no, non lo diciamo. Questa volta facciamo noi gli scaramantici.

Fabrizio Bonciolini e Susanna Fusco

08 gennaio 2018

foto @Equideando

 

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *