I TRE GIORNI DEL CONDOR (Matteo Checchi e “La dichiarata”)

Antefatto:

In un soleggiato giorno di un agosto in discesa verso la fine dell’estate, tre uomini erano seduti al bar dell’Etrea Sport Horses, per lenire l’arsura della canicola che non  pensava di allentare la sua morsa. Ingurgitando bevande da frigo, i discorsi declinavano sul Gran Premio appena finito che aveva visto il Matteo (Checchi) partecipare solo in qualità di tecnico aggiunto. Tra una battuta e l’altra io, Fabrizio (Bonciolini) e il Fiorenzo (Ammendola) cominciammo a incalzare il Matteo con robe tipo ” però, ultimamente, non è che tu sia tanto in forma” o “Però, una garetta potresti anche vincerla ogni tanto”. Dietro le lenti scure lo sguardo di “El Condor” si fece fessura e guardandoci dritto negli occhi (o almeno così si pensa, visti gli occhiali) sentenziò : “L’ultima settimana di agosto vengo qui e vinco il GP”.

“Facciamo” così, dissi io (Fabrizio), ” Se vinci tutte e tre le grosse, GP compreso, ti faccio l’articolo dell’anno” …..

” Non mi provocate”, disse El Condor, mostrando, minaccioso, tutta la sua apertura alare ……

E veniamo ai fatti:

Venerdì il nostro, carico come una mina, asfalta la ’35 con Bosco Du Nevez ( “Non è ancora al top, deve entrare a regime” – min..a Matte, pensa se a regime c’era già!!!) e stappa lo spumante nella ’40 con “Touch Of Class”, al secolo Alpina De Rouhet.

Sabato, nel piccolo Gran Premio, pianta li due zeri, uno con Alpina e l’altro con Kim Hay. Alpina, in evidente preparazione per il “The day after”, non parte nel barrage. Barrage in cui, invece, Matteo accende le polveri di Kim Hay e “stampa” tutti sul palo. Nella ‘140, l’uomo si concede una mezza giornata di imborghesimento, stando lontano dalle zone alte della classifica e facendo credere, a qualche mal pensante, di aver finito il “bonus weekend”.

E veniamo a oggi …… il giorno della “Dichiarata” … tanto per scaldare i muscoli, pilota Kim Hay a “bersi” la 35, così, tanto per giustificare la presenza in scuderia del nove anni figlio di Ustinov, che si guadagna la bandierina di “vado forte e tocco poco”, ma poi, Signori, inizia la sfida all’Ok Corral. Il Gran Premio !!

Ne monta due, El Condor. Lacan, con il quale la ricerca del “binomio” è di fatto, terminata e “Touch Of Class” Alpina, che il Fiorenzo (Ammendola) aveva ben pronosticato come vincitrice, stessa previsione fatta, prima del base, dal Luigi (Rossoni). E in effetti, tutti e due “staccano” lo zero al primo giro. Ma ora le cose si fanno serie …. la compagnia è agguerrita e il compito del Condor è diversamente agevole.

Fino all’entrata di Lacan, la classifica è guidata dall’atleta stelle e strisce Adam Rittenberg che, in sella a Charlie PS, aveva messo l’asticella cronometrica a 45.79, fermo restando il doppio “clear”. Lacan parte …. l’impressione che ti da non è quella del velocista, ma la falcata è lunga e El Condor sbatte le ali …… dopo l’ultimo verticale il tempo dice 42.96 !!!! Scusa? Quanto? Mizzega, però !!!

Due cavalli alla fine ….. è la volta di un binomio straordinario, quello composto da Marco Pellegrino e Vick Du Croisy. I due si conoscono come il pane e la nutella, si strafidano uno dell’altra …. e arriva il capolavoro ….. zero e 41.36 !! Un secondo e 60 centesimi meno di Lacan !!!!

Pausa per permettere a Matteo e Alpina di preparare il percorso decisivo.

La guardo in campo prova ….. fa paura ! Leggera come un fuscello, vola sui salti come se non esistessero ….. Matteo è concentrato e determinato (e quando cacchio non lo è?).

Ci siamo …. campana …. via….. !!!  Uno spettacolo ! Soprattutto quando Matteo e Alpina girano la dove nessuno lo ha fatto per andare ad affrontare la combinazione ….. L’oxer d’entrata diventa un mare, che Alpina solca come fosse l’Amerigo Vespucci , passandovi indenne ….. e poi via, liscia come la seta, per i due sforzi (sforzi?) finali ….. 39.99 !! uno e 37 in meno di Marco e Vick !! Capolavoro dopo capolavoro !!

E così, El Condor, ha mantenuto la promessa, infarcendo la “dichiarata” con le pinzillacchere di altre quattro vittorie, così, come contorno …..

Mi sa che provocarti non porta proprio così male ….. che ne dici, Matteo?

A proposito …. “The best in show” ha già dichiarato che settimana prossima dovrà tirare un filino i remi in barca….perché l’adrenalina di questo weekend ha un po’ svuotato lui e i suoi cavalli ……. Non so, se, seriamente, crederci …….

E allora sai che facciamo, Matteo? Ne abbiamo altri due da caricare …… il Fiorenzo (Ammendola) e l’Aurora (Bortolazzi), che viene a farci gradita visita …….

Cinque spritz, grazie (uno anche per la Vale) …. a no, quattro, Fiorenzo non beve !!!

30 agosto 2020

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *