LA PROSPERA CENTRO EQUESTRE – INNOVAZIONE E BENESSERE LE PAROLE D’ORDINE.

Un centro equestre a misura di cavallo. Pensato e costruito nel più totale rispetto delle esigenze del cavallo, anche quale animale da branco. Grandi spazi esterni…. Grandi spazi interni…. Una concezione completamente nuova di scuderia. E’ in Emilia Romagna e ci ha subito conquistati. Verrà presentata ufficialmente a Verona a metà novembre. Scopriamola insieme in anteprima, dalla voce dei suoi ideatori.

  • COME NASCE L’IDEA?
  • L’idea nasce per passione. Siamo un gruppo di progettisti tecnici con la passione per il mondo equestre, ci siamo chiesti come potessimo migliorare il concetto di scuderizzazione per tutti i cavalli abitualmente gestiti in strutture equestri ordinarie che spesso sacrificano la loro libertà a fronte di una facilità gestionale ed economica. Da qui abbiamo specializzato le nostre conoscenze nel settore delle scuderie ma utilizzando un approccio etologico.
  • CHI HA FATTO IL PROGETTO E SU QUALI STUDI SI BASA?
  • Il progetto è stato realizzato da Oq horses_Progettazione Etologica Centri Equestri (oqhorses.com) uno studio di architettura specializzato in centri equestri di nuova concezione. La base di progetto è stata sviluppata sulle conoscenze più recenti dell’etologia contemporanea, grazie anche al confronto con figure scientifiche e specializzate del mondo equestre quali il dott. Paolo Baragli dell’Università di Pisa e Marco Pagliai, ideatore della scuola di Addestramento Etologico. L’unione di queste conoscenze messe a sistema ha creato un’ottima base di confronto per sviluppare una nuova concezione di centro equestre.
  • COM’ E’ ORGANIZZATA LA SCUDERIA? QUINDI, QUANTI BOX, PADDOK, CAMPI ECC.
  • La scuderia di circa mille mq è composta di dodici Big Box interni oltre agli spazi di servizio, selleria e club house. All’esterno è presente un tondino di addestramento, un campo in sabbia di mantenimento a lavoro, un paddock paradise di 1,5 ha, e paddocks per lo sgambamento quotidiano di 2 ha.
  • QUALI SONO I VANTAGGI DELLA LETTIERA BIPARTITA E CON CHE MATERIALI E’ COSTRUITA, SOPRATTUTTO LA SABBIA UTILIZZATA PER LA LETTIERA E’ DI TIPO PARTICOLARE O SABBIA COMUNE? QUALI DIFFERENZE CI SONO TRA QUESTO TIPO DI LETTIERA E QUELLE TRADIZIONALI IN TRUCIOLO, CARTA E PAGLIA (ORAMAI RARA)
  • La lettiera costituisce la parte più sperimentale tra i sistemi di gestione quotidiana ed è stata brevettata per permettere al cavallo la libertà di scelta della superficie su cui stare, tra il morbido della sabbia e il rigido della gomma antiurto. Il Big Box è suddiviso in due metà di circa 20 mq ciascuna; la parte in sabbia ha un sistema sottostante che la sospende da terra senza disperderla, permettendo alle urine di drenare, e il tutto è poi lavato al di sotto grazie ad una lama d’acqua che trasporta i liquidi in caditoia per la raccolta. La sabbia nello specifico è di tipo particolare, di origine fluviale a granulometria grossa, ma soprattutto lavata e privata di filler che costituisce la parte polverosa più fine da evitare. L’altra metà è invece più semplicemente in gomma antiurto ad alta densità che offre un appoggio più immediato e rigido mantenendo molta sicurezza di appoggio . Rispetto ai sistemi ordinari si ha un’ottima resa qualitativa su grandi superfici, un’ottima gestione sanitaria oltre ad una facilità gestionale quotidiana massimizzata ed un costo meglio ammortizzabile nel tempo.
  • LE MISURE, LA GESTIONE E LA PULIZIA DEL  BOX
  • I Big Box sono in questo caso di circa 40 mq ciascuno, su lati di 8×5 metri, ed è proprio il sistema di lettiera che permette una gestione semplice su superfici così ampie. Quotidianamente vengono puliti i box mediante la raccolta delle fiandre, e la successiva pulizia con macchine spazzatrici automatiche e lavasciuga finale. Il tempo per ciascun box è identico a quello di un box ordinario in paglia anche se qui parliamo di oltre il triplo della superficie consueta. La sabbia invece può essere lavata direttamente a spruzzo nella gestione quotidiana ed è invece sostituita annualmente.

Tutte le foto in questo breve filmato

  • QUESTO TIPO DI LETTIERA E’ INDICATO ANCHE PER LE PATOLOGIE DEL PIEDE?
  • E’ stata molto apprezzata da veterinari e maniscalchi nel possibile miglioramento di molte patologie che possono affliggere il piede con le ben note conseguenze gravose sul cavallo.
  • QUANTO E’ ALTO IL DIVISORIO TRA TAPPETO DI GOMMA E FONDO SABBIOSO?
  • Si tratta di un dislivello inclinato in legno di 20 cm che serve a contenimento della sabbia e che ha altresì la funzione di rallentamento all’interno del Big Box per evitare, vista la dimensione, che ci siano movimenti o scatti improvvisi. Durante i test di prova è stato molto ben gestito dai cavalli e superato senza rischi e con naturalezza.
  • L’ALTEZZA DELLE APERTURE INTERNE NON POTREBBE DAR LUOGO AD INCIDENTI? (CAVALLO CHE METTE FUORI UNA ZAMPA).
  • Guardando con attenzione si può notare che le grate verticali sono protette fino a 1,5 metri di altezza mediante una rete rigida zincata a maglia 5×5 cm, che non permette intrusione del piede neanche in caso di scalciate. Abbiamo inoltre osservato che maggiore è la dimensione del box e maggiore è la rilassatezza comportamentale dei cavalli al suo interno.
  • PERCHE’ FIENO E ACQUA VENGONO SOMMINISTRATI ESTERNAMENTE AL BOX?
  • Questa opzione ottimizza il sistema di gestione alimentare e permette un minore spreco di fieno, che non finisce pestato o mischiato alla lettiera ed evita inoltre ingestione della lettiera stessa. Il fieno durante il giorno viene mantenuto ad libitum permettendo al cavallo di mangiare costantemente come potrebbe avvenire libero in natura. Stesso vale per i beverini dell’acqua, che rimanendo all’esterno non sono soggetti a urti e possono essere collocati in basso così come sarebbe un abbeveraggio in natura.
  • DOVE E’ POSIZIONATA LA MANGIATOIA?
  • In base ai piani alimentari di ciascun cavallo viene somministrato il mangime in secchi agganciati alle grate nella parte bassa frontale del Big Box.
  • QUALI SONO I VANTAGGI DI QUESTO TIPO DI SCUDERIZAZIONE?
  • I vantaggi principali stanno nella possibilità di rispettare le esigenze primarie degli animali da branco e cioè la possibilità di vedersi integralmente dal primo all’ultimo, la possibilità di toccarsi o fare grooming tramite le aperture tra i box, la maggiore disponibilità di spazio, e la scelta stessa del tipo di supporto su cui stare. In sostanza cerchiamo di dare sempre almeno due possibilità di scelta al cavallo in scuderia e, cosa non secondaria, puntiamo a considerare il box solo come un riparo dopo una giornata liberi in paddock.
  • E QUALI, SE VE NE SONO, CONTROINDICAZIONI E CRITICITA’ PRESENTA QUESTO SISTEMA DI SCUDERIZZAZIONE?
  • Attraverso il periodo di progetto prima, e i periodi in prova eseguiti in seguito con i cavalli, sono state corrette tutte le possibili criticità. Il nostro metodo di lavoro rimette comunque sempre in discussione il proprio operato per ottenere un miglioramento che attraverso una gestione professionale e integrata del centro, può sempre evolvere.  
  • QUESTO SISTEMA E’ STUDIATO PER TUTTE LE TIPOLOGIE DI CAVALLI O PER QUALCUNA IN PARTICOLARE?
  • Non ci sono preferenze, è pensato per ogni cavallo.
  • CHE RISPOSTA VI ASPETTATE DAL “MERCATO”?
  • Ci aspettiamo curiosità e coraggio di inseguire un miglioramento, sia da parte dei proprietari di cavalli atleti che da semplici amatori, perché la vita dei cavalli in scuderia costituisce la grande maggioranza in termini di percentuale numerica ed è a loro che dobbiamo restituire con gratitudine un benessere maggiore giorno per giorno.

Appuntamento a Verona allora, per vedere da vicino questi veri e propri monolocali per i nostri amici cavalli. Tutto ciò che è evoluzione del benessere è assolutamente degno della massima considerazione ed attenzione e, questa, è una innovazione da guardare e valutare molto attentamente.

Susanna Fusco e Fabrizio Bonciolini

Ottobre 2016

—————————————————————————————————————————————–

La Prospera Centro Equestre_ www.laprosperacentroequestre.it

Via Piretta Rovere 469_ Bondeno _Ferrara _ Emilia Romagna

Info@laprosperacentroequestre.it

Cell. 328 3032631

 

 

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *