L’ANGOLO DEL CAVALIERE – UNA GEMMA INCASTONATA NEL VERDE ALLE SPALLE DEL MARE

Abbiamo conosciuto da poco l’Angolo del Cavaliere, poiché vi si è tenuto l’ultimo stage di Eric Louradour. E abbiamo potuto vedere dalle foto, un centro equestre nuovo e curatissimo. Abbiamo quindi chiesto al suo Presidente e proprietario, Signor Ciro Fidentea, (a detta di tutti, attentissimo ai particolari e attivissimo nella cura) di raccontarci la storia del suo capolavoro e di illustrarci i dettagli.

foto-2

D: Dove si trova la vostra struttura?

R: Il nostro circolo si trova a cavallo tra Quarto e Pozzuoli, in una zona paesaggistica protetta, un’oasi a pochi minuti dal centro di Napoli

D: Da cosa nasce questa idea?

R: Più che un’idea, è la realizzazione di un sogno! una passione nata da bambino. avevo 7 anni quando mio zio mi prometteva in regalo un piccolo pony, ma purtroppo restava solo una promessa che di anno in anno alimentava un grande  passione, passione che, principalmente per ragioni economiche, era destinata a lunghe attese.

D: Quali sono le sue esperienze prima di costituire il centro?

R: ovviamente il primo approccio è stato quello di avvicinarmi al mondo dell’equitazione, e in seguito l’apertura di un negozio di articoli dedicati a questo sport “Selleria la zingara”

D: Cosa l’ha portato a fare questa scelta?

R: la voglia di dare il massimo ad una passione, il desiderio di costruire un circolo ippico esattamente come lo immaginavo da ragazzino.

D: Su che presupposti ha deciso di intraprendere questa avventura?

R: sul desiderio di creare un centro che possa offrire sia una valida scuola di equitazione, sia un’oasi nella quale ritrovarsi tra amici, una sfida, ovvero mettere a disposizioni di chi ha la mia stessa passione una struttura funzionale e altamente qualificata.

D: Il centro è venuto come lei lo aveva in mente?

R: direi di si, sono soddisfatto e ringrazio chi, con la sua esperienza, mi ha aiutato e supportato, come Flora Paciello, che dirige il centro ippico forte di un’esperienza nel settore trentennale.

D: Quali sono le strutture del centro?

R: ovviamente scuderie e campi, uno per la scuola, l’altro dedito agli agonisti, una club house e ampi spazi esterni, per il relax dei soci, ristorante, bar, angolo brace e forno a legna per giornate sociali e feste private. A breve monteremo la tensostruttura per il maneggio coperto e contiamo prossimamente di allargarci alla zona adiacente per sviluppare un nuovo polo concorsi.

foto-5

D: Quanti box ci sono e quanti cavalli ci sono attualmente?

R: 50 box e al momento circa 45 tra cavalli e pony.

foto-4

D: Chi sono gli Istruttori?

R: Andrea Corsale istruttore federale di secondo livello dedito al settore salto ostacoli, Antonio Marchetti specializzato in dressage e per la sezione pony Antonella Andreace. Il tutto con la valida collaborazione di Rita Casolaro.

D: Come è organizzata la scuderia?

R: abbiamo ampi box, docce, e sellerie, un varco sul retro per la gestione delle profende e il carico e scarico dei cavalli per non turbare la quiete e il relax dei nostri soci.

D: Avete organizzato la scuola? Cavalli e pony?

R: certamente, dai piu piccini ai veterani, sono tutti benvenuti sia per attività ludica che quella agonistica.

D: Quanti uomini di scuderia ci sono?

R: 3 uomini di scuderia/groom, personale del circolo per la manutenzione dello stesso,  il tutto sotto la supervisione della nostra direttrice e con la mia più attiva partecipazione!

D: Ci sono paddok?

R: sì, abbiamo ampi paddok immersi nel verde per il relax dei nostri cavalli.

D: Si possono fare passeggiate?

R: volendo ci sono percorsi piacevoli per lunghe passeggiate, essendo una zona sufficientemente agricola.

foto-3

Grazie Signor Ciro, per averci condotto per mano a visitare la sua creatura! Non vediamo l’ora venire di persona a visitarlo!

Susanna Fusco & Fabrizio Bonciolini

Ottobre 2016

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *