Piergiorgio e Cochello – Vincere per Bianca !

Cara Bianca,

hai visto che hanno combinato Zio Pi.Gi e il “tuo” Cochello?

Si, proprio lui, Cochello, il tuo cavallo preferito.

Sai cosa ci ha detto tuo Zio qualche tempo fa a Gorla? “Questo è il cavallo di mia nipote e DEVE funzionare”. Una specie di promessa, una promessa fatta a te. E siccome la promesse vanno mantenute (soprattutto quelle fatte ai bambini) e cuore di Zio non mente, eccoti confezionato un bel regalo. Una vittoria importante, in una gara importante. Lui, tuo Zio, il tuo eroe in giacca e cravatta, in sella a un cavallo bianco, il “tuo” cavallo del cuore. Cosa c’è di più bello?

Cochello è arrivato in scuderia quando tu avevi da poco aperto gli occhi sul mondo, o giù di li. Quel grigione è subito entrato nelle “attenzioni” di tuo Zio: “ Quando salto, a casa, ho le stesse sensazioni che mi da Casallo”, ci disse. Paragone impegnativo, molto impegnativo. Fattelo raccontare, un giorno, chi è Casallo, soprannominato Wonder-Horse e, questo, dovrebbe già essere un “indizio” importante.

Cochello al centro di una “profezia”. Si perché un giorno, un signore che vede non solo con gli occhi e che poco o nulla c’entra con i cavalli, disse a tuo Zio: “Ti arriverà un cavallo importante”. Ebbene, quel cavallo importante era già in scuderia. Bisognava solo individuarlo. Sai, Bianca, lavorare un cavallo e portarlo ad alti livelli non è una cosa semplice. Ci vuole tempo, ci vuole pazienza e anche un po’ di fortuna. Tuo Zio di tempo ne ha dato, di pazienza ne ha avuta e di fortuna anche. E la fortuna consiste nel fatto che tu, la sua fan numero uno, abbia scelto Cochello come “TUO” cavallo, dandogli una motivazione in più affinché Cochello funzionasse ( te la ricordi quella specie di promessa?). Anche questa è una storia che dovrai farti raccontare.

Non è facile dicevamo, portare un cavallo ad alti livelli. Per un periodo le cose sembra vadano nella direzione auspicata, poi arrivano momenti in cui così non è. E’ un’altalena, succede con tutti i cavalli … è successo anche con Cochello che ora sembra aver trovato una “stabilità” nelle prestazioni (ma diciamolo sottovoce, perché sai, Bianca, con i cavalli non si può mai sapere) e dalla stabilità delle prestazioni scaturiscono poi i risultati, bei risultati, proprio come quello che Zio Pi.Gi e Cochello hanno ottenuto ieri.

Bianca in versione “hooligan” di Zio Pi.Gi

E scusaci, Bianca, ma devi sapere che  Zio Pi.Gi e Cochello – il tuo eroe in giacca e cravatta e il tuo cavallo del cuore – ieri non hanno fatto un regalo solo a te (che è la cosa più importante), ma anche a noi appassionati e tifosi che amano questo sport.

Perdonaci se ci appropriamo di un pezzettino della tua gioia, ma devi sapere che quando vediamo il tricolore sventolare, il cuore, il nostro cuore, è felice. Proprio come il tuo.

Ciao Bianca, continua a fare il tifo per Zio Pi.Gi e il “tuo” Cochello e digli che di prestazioni così ne vuoi altre. Fattele promettere, perché te le prometterà e ricordati che cuore di Zio non mente mai.

Un abbraccio.

Fabrizio Bonciolini e Susanna Fusco

15 luglio 2019

Le foto del presente articolo sono state gentilmente concesse da Daphne Rinallo, Eriberto Bucci e Piergiorgio Bucci e, da loro, autorizzata la pubblicazione.

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *