ROBERTO ARIOLDI – TORNARE GRANDI CON LO SPIRITO DI SQUADRA.

Breve flash col selezionatore della nostra nazionale di Salto Ostacoli, Roberto Arioldi, sull’anno appena trascorso e sulle aspettative per il futuro.

  • Roberto un consuntivo sui risultati ottenuti dai nostri ragazzi nel 2016 appena terminato.

E’ stato un anno molto importante. Siamo tornati competitivi ai massimi livelli. A Barcellona, nella finale della gara a squadre, abbiamo seriamente “rischiato” di finire sul podio, un risultato davvero significativo. L’unico neo di quest’anno è stato Piazza di Siena. Da li in poi la squadra ha cominciato a carburare ed è finita come sappiamo. All’inizio non è stato facile perchè dai ragazzi ho preteso che tutti si dessero da fare per remare nella stessa direzione in quanto solo con lo spirito di squadra arrivano anche i risultati individuali ed infatti così è stato. Ho inoltre preteso la massima correttezza, non solo verso di me, ma soprattutto tra di loro. Posso dire che ora siamo davvero una bella squadra, forte e coesa.

  • Cosa ti aspetti dal 2017? Quali sono gli obbiettivi?

Innanzitutto bisogna vedere se toccherà a me guidare ancora questa squadra. Se così dovesse essere è necessario programmare un lavoro a medio/lungo termine. Innanzitutto conservare i nostri migliori cavalli in ottica Campionati Europei di quest’anno, che devono essere un banco di prova per i veri obiettivi del quadriennio olimpico e cioè i WEG del 2018 e i Campionati Europei del 2019 che fungono da qualifiche per Tokio.

Vedi, io sono ancora in attività agonistica e un compito come quello di tecnico mi porterebbe a fare delle scelte e rinunce personali importanti. E’ per questo che dico che è indispensabile un programma ben preciso e condiviso. Solo  la giusta tranquillità data sia ai nostri ragazzi di poter contare sui loro migliori cavalli, sia ai tecnici di poter avere a disposizione binomi consolidati e di livello, può portare ad ottenere risultati davvero importanti.

  • Un tuo augurio per tutto il comparto equestre per quest’anno appena iniziato.

Auguro a tutti di non smettere mai di migliorarsi. E guardate che, per assurdo, sono più importanti le sconfitte delle vittorie, perché dalle sconfitte si impara e si cresce. Non bisogna mai pensare di essere arrivati !!

Grazie Roberto per la tua disponibilità ed il nostro augurio, oltre che la nostra speranza, è quella di vederti ancora al timone di questa squadra fantastica.

Fabrizio Bonciolini & Susanna Fusco

07 gennaio 2017

Foto tratta da www.olimpopress.it

 

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *